Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
26 novembre 2012 1 26 /11 /novembre /2012 04:00

Iniziamo il nostro viaggio in compagnia di HTC One X+, giunto da poco in redazione, con una prima galleria di foto ed alcune considerazioni preliminari sullo smartphone che rappresenta l’attuale modello di punta dei device Android HTC commercializzati nel nostro mercato. Il terminale pul essere considerato una sorta di release 2.0 di HTC One X, migliorato sotto diversi punti di vista dal suo successore.

 

SoC Tegra 3 da 1.7 GHz leggermente più veloce, dotazione di memoria interna aumentata a 64 GB, batteria con capacità pari a 2100 mAh e fotocamera anteriore da 1.6 megapixel rappresentano le principali differenze che intercorrono tra i due smartphone. Nel corso del nostro periodo di test saranno inevitabili i confronti con HTC One X, ma non mancheremo di valutare in sè il device per stabilire l’effettiva capacità di imporsi nell’attuale scenario di mercato.

 

HTC One X+ è distribuito nel nostro mercato esclusivamente nella colorazione black e possiamo confermare che la finitura restituisce il medesimo feeling di HTC One X in colorazione grigia. La finitura è di tipo gommato, molto piacevole al tatto. La colorazione della scocca rappresenta una terza variante rispetto a quella bianca e grigia di HTC One X. Si tratta di un nero intenso che si sposa bene con i piccoli elementi rossi presenti nella scocca.

Il look del terminale, grazie alla combinazione dei colori rosso e nero assume un tono ancora più “deciso”. Non entriamo nel merito dei gusti soggettivi, ma il risultato finale è quello di un terminale che sembra dotato di una grande personalità.

 

Buona parte del merito va, oltre alla colorazione della scocca, anche al design, invariato rispetto al precedente modello, ma ancora attuale e vincente a distanza di diversi mesi dal lancio di HTC One X. Naturalmente le differenze principali sono contenute all’interno della scocca di HTC One X+ che osserviamo più nel dettaglio con la galleria di foto che segue, rimandando a successivi approfondimenti la valutazione delle reali prestazioni del device.

 

Essere una copia fedele di quella di HTC One X per la scocca dell ‘HTC One X+ non è certo un male. Ritroviamo la medesima qualità costruttiva, un peso ed uno spessore contenuto (135 grammi e 8.9mm) e un guscio unibody in policarbonato con molti pro in termini di solidità e qualche contro sotto il profilo della flessibilità di utilizzo.

 

Anche nel caso di HTC One X+ infatti, si ritrovano alcuni limiti di HTC One X, ovvero la batteria non removibile e l’impossibilità di espandere la memoria di archiviazione a causa dell’assenza di uno slot microSD. In questi mesi, tuttavia, il produttore taiwanese sembra aver dato ascolto  alle esigenze del pubblico, attenuando tali limiti grazie all’aumento sia della capacità della batteria, sia della memoria di archiviazione.

 

Per rimanere in tema di memoria, si potrebbe forse obiettare che a distanza di vari mesi dal lancio di HTC One X integrare 2GB di RAM sarebbe stato opportuno per giustificare ulteriormente il “lifting” di HTC One X. Diversi device concorrenti introdotti di recente non disdegnano infatti tale soluzione. HTC One X+ ripropone, al contrario, il medesimo quantitativo di memoria RAM pari a 1GB del suo predecessore.

Impossibile non paragonare HTC One X+ con HTC One X. Al confronto abbiamo dedicato una seconda galleria di immagini, che è possibile visualizzare di seguito.

 

Il nostro esemplare di HTC One X è quello con colorazione bianca, che presenta una finitura opaca, ma non gommata come quella di HTC One X+. Tra le due preferiamo quella di HTC One X+ che risulta ancora più piacevole da maneggiare. Le restanti differenze a livello estetico devono essere veramente cercate con il lanternino. Al di là del logo Beats Audio ridisegnato, dei tasti soft touch rossi e dell’anello, sempre rosso, che circonda l’obiettivo della fotocamera è impossibile trovare altre differenze esteriori tra i due device.

 

Naturalmente basta accendere HTC One X+ per rendersi conto di una piacevole differenza, ovvero l’utilizzo out-of-box di Android Jelly Bean con interfaccia Sense 4+. HTC One X dovrebbe ricevere a breve l’aggiornamento, ma per ora, il suo “fratello maggiore” sembra essere avvantaggiato da questo punto di vista.

 

I test di HTC One X+ proseguiranno nei prossimi giorni e vi diamo sin da ora appuntamento ai nostri successivi approfondimenti che, al di là dell’aspetto estetico, si focalizzeranno sulle reali prestazioni della rinnovata piattaforma hardware e software di HTC One X+.

Condividi post

Repost 0
Published by HTC One X+
scrivi un commento

commenti